“cedolare secca” sulle attività extra alberghiere.

E’ di oggi la notizia che il governo ha applicato la cosiddetta “cedolare secca” sulle attività extra alberghiere. Si tratta di una tassa del 21% che verrà trattenuta alla fonte dai vari portali di prenotazione, alla tassa aggiungiamo il 15% di commissione che richiede per esempio Booking.com.
Arriviamo al 36% del costo di una camera…
Fino ad oggi si presentava semplicemente la dichiarazione dei redditi in base a quanto incassato.
Ovviamente saremo purtroppo costretti ad alzare i prezzi di almeno 7€ al giorno, e la cosa vi assicuriamo non ci piace per niente, rimettendoci comunque parecchio…
Continuiamo a pagare, noi e voi, per l’ incapacità di una classe politica che invece di investire sul turismo (unica vera imbattibile ed inesauribile risorsa Italiana) continua a vessare chi produce e si da da fare, in questo caso poi andando a spremere da chi magari attinge da questa unica fonte di reddito, spesso stagionale…
Solita musica, non lamentatevi poi se la gente se ne va dall’Italia…
O forse è quello che volete…?

Potrebbero interessarti anche...